LEONARDO DA VINCI

"Farai le figure in tale atto, il quale sia sufficiente a dimostrare quello che la figura ha nell’animo; altrimenti la tua arte non sarà laudabile".  (Leonardo da Vinci)
"Farai le figure in tale atto, il quale sia sufficiente a dimostrare quello che la figura ha nell’animo; altrimenti la tua arte non sarà laudabile". (Leonardo da Vinci)

INTERPRETAZIONI ARTISTICHE DELLA GIOCONDA 

LA GIOCONDA NELLA PUBBLICITA'

'Autoritratto di Leonardo da Vinci è un disegno a sanguigna su carta (33,5x21,6 cm), databile al 1515 circa e conservato nella Biblioteca Reale di Torino
'Autoritratto di Leonardo da Vinci è un disegno a sanguigna su carta (33,5x21,6 cm), databile al 1515 circa e conservato nella Biblioteca Reale di Torino

L'Uomo vitruviano è un disegno a penna  e inchiostro su carta (34x24 cm) di Leonardo da Vinci conservato nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie dell'Accademia di Venezia. Celeberrima rappresentazione delle proporzioni ideali del corpo umano, dimostra come esso possa essere armoniosamente inscritto nelle due figure "perfette" del cedrchio,  che rappresenta il Cielo, la perfezione divina, e del quadrato,  che simboleggia la Terra. 

ESEMPIO DI PROSPETTIVA AEREA (DEFINITA ANCHE ATMOSFERICA O CROMATICA ) STUDIATA DA LEONARDO DA VINCI
ESEMPIO DI PROSPETTIVA AEREA (DEFINITA ANCHE ATMOSFERICA O CROMATICA ) STUDIATA DA LEONARDO DA VINCI

ARTE ISLAMICA IN SPAGNA: L'ALHAMBRA (ANDALUSIA-GRANADA)

Download
Arte_Islamica.pdf
Documento Adobe Acrobat 915.0 KB

L'ARCHITETTURA CIVILE NEL MEDIOEVO: IL PALAZZO PUBBLICO

Download
AFFRESCO AMBROGIO LORENZETTI SALA DEI NO
Documento Adobe Acrobat 326.2 KB

LA RIVOLUZIONE PITTORICA DI GIOTTO

Statua di Giotto, Galleria degli Uffizi, Firenze
Statua di Giotto, Galleria degli Uffizi, Firenze
L'Incontro di Anna e Gioacchino alla Porta d'Oro è un affresco di Giotto, databile al 1303-1305 circa e facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova.
L'Incontro di Anna e Gioacchino alla Porta d'Oro è un affresco di Giotto, databile al 1303-1305 circa e facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova.

Celebre è la naturalezza della scena, col pastore che incede per metà tagliato fuori dalla scena (a sottintendere uno spazio più grande di quello dipinto), o col bacio e l'abbraccio reciproco della coppia, sicuramente il più realistico dipinto fino ad allora e che rimarrà tale per quasi due secoli. Molto lodata dalla critica è stata la scelta di disegnare la coppia come una "piramide plastica" dalla grande forza espressiva. 

IL GOTICO

IL MONASTERO

Download
IL MONASTERO E LO SCRIPTORIUM.pdf
Documento Adobe Acrobat 116.4 KB

L'ARTE ROMANICA

L'ARTE PALEOCRISTIANA E BIZANTINA

Download
I SIMBOLI NELL'ARTE PALEOCRISTIANA
Immagini_Simboli_Cristiani.pdf
Documento Adobe Acrobat 757.2 KB